Falle di San Giuseppe “Partecipo al contest di Cucina Semplicemente e CAST Alimenti in collaborazione con Acetaia La Tradizione”

Con questa ricetta partecipo alla seconda parte del contest indetto da Cucina Semplicemente e dalla scuola CAST Alimenti in collaborazione con Acetaia La tradizione.

1560653_692570464118459_1765430570_n

FALLE DI SAN GIUSEPPE :

Cari amici, la mia famiglia è originaria di Castellaneta, in provincia di Taranto, dove per San Giuseppe è usanza preparare dei dolci caratteristici chiamati FALLE O CUSCINETTI  . Si tratta dipiccoli panzarotti di pasta frolla ripieni di confettura di uva mista a frutta secca e ad altri ingredienti! Oggi voglio proporvi una mia rivisitazione!

INGREDIENTI PER CIRCA 25 FALLE :

  • 200 g di confettura di mele cotogne molto densa
  • 25 g di cioccolato fondente
  • 25 g di frutta secca (noci e mandorle sgusciate)
  • 3 cucchiai da tavola di Aceto Balsamico I.G.P. De “La tradizione”
  • 250 g di farina 00
  • 2 cucchiai e 1/2 di zucchero
  • 3 cucchiai da tavola di olio extravergine di oliva
  • 1 pizzico di sale
  • 1 pizzico di cannella
  • zenzero fresco grattuggiato q.b.
  • acqua calda q.b.

* TEMPO DI PREPARAZIONE : circa 2 ore.

PROCEDIMENTO :

Versare in una ciotola la confettura, aggiungere la frutta secca ridotta a pezzettini e il cioccolato fondente ridotto a scagliette molto sottili. Unire 1 cucchiaio da tavola di  Aceto Balsamico I.G.P. De “La tradizione” e amalgamare bene gli ingredienti. Mettere da parte.

1909239_692577004117805_150833024_oSetacciare la farina e versarla in una ciotola capiente insieme allo zucchero e all’olio extravergine di oliva. Aggiungere il sale, la cannella e lo zenzero e amalgamare grossolanamente il composto con un cucchiaio. Unire 2 cucchiai da tavola di  Aceto Balsamico I.G.P. De “La tradizione” e amalgamare nuovamente gli ingredienti.

1909392_692580284117477_1789767006_o

Versare il composto su un asse da lavoro per lavorarlo a mano. Unire poco alla volta dell’acqua calda e  lavorare l’impasto finchè sarà liscio ed elastico. A questo punto bisogna dividere l’impasto in varie parti per stendere la sfoglia con la macchinetta! Io sono arrivata fino al n° 5.

Mettere un po’ del ripieno nel mezzo della sfoglia e coprire con cura, schiando bene i bordi e tagliare con un tagliapasta dentellato dando la forma di un panzerottino.

1799189_692582094117296_1039757794_oAccendere il forno a 180 ° e mentre si riscalda versare un po’ di zucchero in un piatto. Schiacchiare delicatamente la parte sopra delle falle nello zucchero e bucare con uno stuzzicadenti. Adagiare in una teglia su carta da forno come in foto. Lasciare cucinare finchè la falle non risulteranno dorate sia sopra che sotto!

1965592_692585540783618_1341518379_o10010005_692587270783445_890645677_o1960836_692589797449859_581487461_ohttp://cucinasemplicemente.it/contest/acetaia-la-tradizione-cucina-aceto-balsamico-g-p-de/

http://www.castalimenti.it/

http://www.acetaialatradizione.com/

https://www.facebook.com/acetaialatradizione?fref=ts

Annunziata Brisacani

16 comments

  1. Carlo says:

    Ma che bontà 😀 devono essere buonissime già dalle foto vedo la bontà proprio! Complimenti ed un enorme in bocca al lupo per il tuo contest!

  2. Elisabetta Nasti says:

    Semplicemente una pura delizia per il palato! mia nonna faceva spesso le Falle di San Giuseppe…credo che la sua ricetta fosse simile alla tua…ma anche io ora voglio provare ehehheheh spero di riuscirci! grazie per la ricetta e auguri per il tuo contest

  3. Roberta Melchiorre says:

    Adoro i dolci e questi sinceramente non li ho mai assaggiati devono essere una vera bontà! Mi copio la tua ricetta magari pasticcio in cucina anche io. Grazie mille

  4. Stellina says:

    l’aspetto è davvero invitante, mai provate io! comunque l’aceto balsamico è agrodolce per cui mi pare che sia un buon abbinamento con la confettura di mele cotogne!

  5. Antonia Calia says:

    io le conosco bene invece, sì infatti si usa la marmellata di uva comunque l’importante è che sia molto densa o durante la cottura rischia di fuoriuscire, ti è mai successo? brava!

  6. Angela says:

    A dire il vero non ho mai provato le falle di san giuseppe, ma sembrano molto invitanti, vorrei provare a farle anch’io perché il procedimento sembra davvero semplice grazie alla tua spiegazione.

  7. Maria C says:

    Hanno un bellissimo aspetto queste falle di san giuseppe, ti ringrazio per aver presentato dei dolcetti di una terra che adoro, proverò senz’altro a farle, spero di riuscire ad ottenere il tuo stesso risultato 😉

  8. Maria T says:

    ottima aspetto questi dolci, ma non li conoscevo! amo molto l’aceto balsamico ma non ho mai provato ad usarlo per preparare questo genere di cose ma voglio provare, magari lo metto nell’impasto della crostata!

  9. Evangelista Angelo says:

    io le conosco perchè sono pugliese! hai variato parecchio ma devo dire che mi ispira di più questa ricetta che la classica perchè nell’impasto non va lo zucchero e non è il massimo a mio parere! meglio come hai fatto tu!

  10. Laura Melis says:

    Che buoniiiiiiiiiiii tutto grazie anche all’aceto balsamico! non posso crederci! Adoro l’aceto balsamico ma non avevo mai provato a farci dei dolcetti 😀 grazie per la ricetta

  11. Susanna Calisti says:

    Ottima ricettina molto sfiziosa! La proverò anche io 😉 grazie per e info e tanti xxxx per te per il contest

  12. Chiara C. says:

    Mi metti fame solo a vederle 😀 devono essere croccanti e deliziose! Dovrò fare anche io una prova ehehehheh grazie per l’info sull’aceto non credevo si potesse utilizzare per questo tipo di ricetta 😀

  13. Barbara says:

    Un dolce delizioso e un ottimo consiglio su come abbinare l’aceto balsamico che tanto amo con la confettura al suo interno

  14. Angelo says:

    Ad un golosauro come me fanno venir l’acquolina in bocca al sol vederli , in bocca al lupo per il contest sono sicuro vincerai ottimo l’aceto balsamico l’Acetaia

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.