Lambrusco Grasparossa La Battagliola: la tradizione in tavola

Buon S. Stefano!

Mi auguro che ciascuno di voi abbia trascorso un sereno Natale insieme ai propri cari 😉

Noi ieri ci siamo riuniti a casa dei miei genitori insieme alla mia famiglia ed ai miei suoceri.

Inutile dirvi che il pranzo è stato decisamente lungo, ricco di ottime portate e soprattutto di eccellenti vini.

In merito ai vini voglio presentarvi il Lambrusco Grasparossa La Battagliola.

noi_della_battagliola

Il-Produttore-150x150

Tommaso-Vendite-Estere-150x150

Beatrice-Social-Network-150x150

Mi soffermo un po’ sulla storia di quest’azienda…soprattutto sulla passione di questa famiglia nel tramandare la tradizione della produzione del lambrusco Grasparossa.

Tutto inizio’ nel 1999 quando la mamma di Alberto Salvadori lascio’ in eredità il proprio podere di Piumazzo.

L’obiettivo fu subito quello di produrre Lambrusco di qualità! Un obiettivo condiviso anche dai suoi due figli Tommaso e Beatrice.

L’azienda agricola La Battagliola produce un Lambrusco pregiato, ed io ho avuto il piacere e l’onore di degustare.

12366336_10206806641316163_1927261903165661849_n

Dosage Grasparossa DOC La Battagliola: un vino dal colore rosso con intensi sentori fruttati di ribes, mora e lampone. Si puo’ abbinare con carni rosse, pasta,formaggi, pesci grassi.

Dosage Grasparossa: dal colore rosso rubino con intensi sentori fruttati di ribes, lampone, mora. Ideale se servito con antipasti di salumi, con formaggi.

Le Grand Pignol : dal color giallo paglierino si presenta con sentori floreali e fruttati di mela verde. Dal gusto vivace e dal retrogusto leggermente aromatico.

Ideale per carni biache, primi piatti di pesce, fritture e formaggi.

Potete acquistarli da QUI

Per il pranzo di Natale ho voluto assaporare questo Lambrusco con portate di pesce fresco

20151225_125634

Un sapore deciso, frizzante ed allo stesso tempo delicato!

Ringrazio l’azienda agricola La Battagliola  per questa campionatura dei propri vini che ritengo validi e di alta qualità.

 

Marinella

Lascia un commento